San Cirillo

Nel 1238 questa chiesetta è stata nominata per la prima volta in un documento ufficiale. Nel 1654 la navata romanica venne prolungata mediante l’aggiunta del coro. L’interno è oggi in gran parte barocco, sebbene si siano conservati anche alcuni affreschi medievali.  Al “servo Tommaso” è stato dedicato nell’autunno del 2001 un monumento, posto davanti alla chiesa di S. Cirillo, avendo egli disposto tramite lascito che annualmente venissero distribuiti presso la chiesa pane e formaggio ai poveri. Questo accade ancora oggi per i pellegrini di Emmaus il lunedì di Pasqua. A San Cirillo termina il “Sentiero dei Santi d’Europa”, tracciato nel 1993 su iniziativa del decano Leo Munter. Le 8 stazioni meditative sono dedicate all’Europa cristiana e ai suoi santi.

Advertisements